Abbiamo perso la capacità di essere Italiani

Quanti sentimenti e sensazioni contrastanti, difficili da sopportare, mi trovo a vivere il giorno dopo l’assurdo (ma atteso) risultato elettorale di ieri! Quel che è uscito dalle urne è la perfetta fotografia del nostro Paese, del nostro popolo spezzato e diviso su visioni della vita radicalmente differenti. Chi vuole affidarsi alla consuetudine e chi invece … More Abbiamo perso la capacità di essere Italiani

Mahler e la giornata della memoria

Quest’anno voglio ricordare l’olocausto degli Ebrei facendo appello a ciò che accadde al compositore che tra tutti preferisco. Parlo di Gustav Mahler, nato nel 1860 e morto nel 1911. Nato ebreo, si convertì al cattolicesimo al quale si sentiva comunque affine essendo sempre cresciuto in un contesto cattolico. Mahler è il più grande sinfonista dopo … More Mahler e la giornata della memoria

Misery tra Beatles e King – musica e romanzo

Sto scoprendo i Beatles. Cazzo, cinquant’anni dopo! direte voi. Sì, non so che farci. Si cresce, si cambia, metteteci tutte le psicospiegazioni che volete, ma quello è il succo. Un tempo mi erano perfino insopportabili. Si tratta di una piccola svolta, fuor di dubbio, e ho deciso di affrontarla in maniera ragionata. Dal primo LP … More Misery tra Beatles e King – musica e romanzo

Banale?

Ecco cosa diceva Gustav Mahler circa il concetto di banalità. Mahler è il compositore più grande del Novecento, erede del sinfonismo beethoveniano, ma in vita (e anche dopo) molto osteggiato e criticato per aver “osato” unire la banalità del mondo contemporaneo alla musica più sublime che si possa concepire (suo il famoso adagietto della Quinta … More Banale?