Donazioni per Geshwa Olers e news

Sbuco dal silenzio di questa seconda parte del mese per darvi due informazioni, la seconda più importante della prima.

1 – Ho terminato il mio nuovo romanzo, La filosofia del baule. Questa volta ho TOTALMENTE cambiato genere e forse qualcuno dei miei lettori (di quei pochi che ancora mi seguono) potrà aver intuito quale possa essere. Comunque ne vado fiero, perché ho infranto un mio record precedente per la durata della prima stesura con qualità quasi definitiva, ovvero quella di Commento d’autore, che uscì quasi così com’è dalla tastiera in soli 45 giorni. Per La filosofia del baule ho impiegato… 28 giorni! Ebbene sì. Come già affermai qualche tempo fa, lo pubblicherò solo se troverò un editore in grado di renderlo visibile nelle librerie, altrimenti rimarrà nel cassetto assieme a tutte le altre cose che sto scrivendo.

2 – Quella che segue è, invece, la notizia importante. Quando iniziai l’esperienza di Storia di Geshwa Olers gratuito, dissi che i volumi successivi al secondo (già dotati di editing più o meno definitivo, ma da me reso ancora più definitivo, soprattutto nel primo tomo) sarebbero arrivati solo previo editing professionale, possibile attraverso un doveroso pagamento della professionalità di un’altra persona, e con una copertina di tutto rispetto eseguita da un illustratore professionista che lavora per molti grandi editori, in Italia e all’estero. Voglio continuare a garantire questo standard. C’è un piccolo però. Il terzo volume, Il cammino di un mago, è ugualmente uscito pur avendo ricevuto un editing gratuito. Per il quarto volume, La battaglia di Passo Keleb (Sconfitta!), non sarà così. Se riceverò delle donazioni sufficienti a garantire la qualità dell’editing allora lo pubblicherò, altrimenti… niente.

Non credo sia una pretesa eccessiva, soprattutto considerando un fatto. Il primo volume è stato scaricato oltre 800 volte. Sarebbe stato lecito supporre che, se non fosse piaciuto, il secondo e ancora meno il terzo avrebbero visto calare impietosamente i download. Invece il secondo sta raggiungendo i 500 download e sono in rapido aumento, e così pure il terzo volume, segno che sono entrambi apprezzati quanto e più del primo. Ora mi chiedo: se ognuno dei lettori avesse dato anche solo un (1) euro di donazione tramite PayPal, saremmo alla cifra di 800 euro, con la quale potrei garantire l’editing del quarto e del quinto volume (che ricordo essere già scritti, esattamente come il sesto e la prima parte del settimo). Vogliamo ammettere che solo metà dei miei lettori abbia PayPal o che sappia come usarlo? Saremmo a 400, comunque.

Non a… ZERO. Il patto di fiducia che era alla base del progetto sta funzionando – al momento – solo in una direzione: da parte dell’autore verso il lettore. Sarebbe bello che si iniziasse a vedere una risposta e che i lettori si facessero sentire anche mettendo mano al portafoglio per un contributo davvero esiguo.


12 risposte a "Donazioni per Geshwa Olers e news"

  1. Ciao Fabrizio xD ti stavo pensando proprio oggi.
    Complimenti per la velocità nella stesura del nuovo romanzo, ma ricorda che la qualità richiede tempo.
    Per il resto… mmm non so ti auguro che le cose cambino. Io stesso dovrei ancora leggere il terzo volume. In realtà speravo cambiassi idea e tornassi a pubblicarli con Domino. Avevate fatto un buon lavoro sul secondo.
    Non so se ci sarà chi fa donazioni… tu hai mai dato qualcosa ai creatori dei programmi free online? Sì, lo so… sono sempre il solito rompiballe. Il fatto è che stavi crescendo, la differenza tra il primo libro e il successivo si sentiva. Mi dispiace.
    Poi è legittimo volere una visibilità, o almeno un proprio spazio… e per quello mi sa che hai ragione. O hai alle spalle un agente, altrimenti devi “accontentarti” di piccoli editori. Ma rimane comunque un peccato.
    Un saluto!

    1. La pensiamo in maniera diversa, Chagall.
      Non è obbligatorio pubblicare, né con grandi né con piccoli né auto. Quando qualcuno, poi, ci tiene a un prodotto, qualunque esso sia, la donazione può anche contemplarla.
      Detto questo, come ho detto, se ci saranno fondi potrò pagare l’ editor, altrimenti no. La decisione presa con Domino è irreversibile, ed è stata liberante per il sottoscritto. Quella sì che mi ha fatto crescere, e sotto tutti i punti di vista. Inoltre vorrei far notare che le critiche maggiori che ho ricevuto sul secondo volume di Geshwa riguardano soprattutto le descrizioni, ovvero quelle parti che sono state maggiormente toccate dall’ editing, ovviamente posso non essere d’ accordo su tali critiche, ma oggi mi sono decisamente distanziato perfino da quel livello, che comunque consideravo superiore al precedente.
      Infine, non è sempre vera l’equazione qualità = maggior tempo di stesura. Nel mio caso, in modo particolare, non è così 🙂

    1. Scusa Fabri, ma quale confronto? Tu hai già delle idee chiarissime su quello che vuoi fare.
      Magari non sono quelle che avrei io, ma la verità è che quello che scrive sei tu. È lo scrittore l’unico che sa cos’è giusto o sbagliato per lui. Cosa lo fa crescere o meno. Dove può arrivare e quale strada è giusta per raggiungere il traguardo.
      Forse a te non sembra, perché dico sempre le mie idee senza mezzi termini, ma io apprezzo molto questa tua lucidità. Anche se magari non è quello che farei.
      L’unica cosa che penso di poter fare, per tanto, e appunto questo. Guardarti, sostenerti e augurarti il meglio. Non credi?
      Ma questo l’ho fatto da quando ho letto il tuo primo libro.

      1. La tua risposta è molto lucida e razionale, ma a volte uno scrittore ha bisogno di un sostegno puramente emotivo 🙂
        Io lo so che apprezzi ciò che faccio, ma ultimamente ho avuto sì l’impressione che la tua criticità fosse maggiore dell’apprezzamento. In fin dei conti siamo tutti anche animali, oltre che esseri razionali. Animali razionali dotati di un cuore 😉

  2. Perchè non pubblicare la saga di Geshwa sempre in formato ebook ma a pagamento vedi come hai fatto con altre tue opere su Amazon!! Con un prezzo accessibile a tutti e a quel punto avresti i soldi per continuare a pubblicare l’intera saga!!!

    1. Ciao Mr. Futuro. La raccolta di racconti che ho pubblicato autonomamente su Amazon non ha avuto un gran successo. Solo poche copie vendute. D’altronde, il problema è sempre lo stesso. Se c’è pubblicità, ed è pubblicità efficace, il prodotto si fa conoscere, e questo vale soprattutto per un ebook che manca di realtà cartacea, di un solido da stringere tra le mani quando capiti in libreria.
      E poi, la decisione che ho preso su Geshwa è quella: gratuità. Quando – se accadrà – avrò pubblicato il settimo volume, sarò disposto a scegliere una nuova strada. Ma anche quella sarà solo attraverso un grande editore. Se non ci sarà, sarà comunque stata letta da migliaia di persone 🙂

  3. Mi spiace molto e, visto che delle volte ho la sensazione che anche altri siano infastiditi dal mio modo di esporre il mio parere, mi chiedo se non sarebbe semplicemente meglio che smettessi.
    Del resto per me sarebbe impossibile essere meno sincero con le persone che stimo. Non riuscirei più ad avere un dialogo con loro.
    Degli autori che non mi piacciono… semplicemente non parlo.

    1. Ma no, anzi! E’ proprio il tuo sostegno che si richiede 😀 Con una bella pacca sulle spalle, perché a volte è solo questo che serve.
      O non sai, forse, che a volte gli scrittori sono delle vere e proprie schiappe?

  4. Ciao Fabrizio! Ogni tanto ritorno…
    Complimenti per il nuovo romanzo 🙂 Spero con tutto il cuore che trovi un editore, anche per motivi egoistici: così potrò leggerlo!
    28 giorni, un ciclo lunare, complimenti! Suppongo che avendo le idee chiare, visto che ci rimuginavi da tempo, la stesura sia stata liscia, ciò non toglie che ti ammiro moltissimo per la tua costanza e perseveranza nel concludere i progetti. Negli ultimi tempi ho pensato molto alle tue scelte e credo proprio di iniziare a comprenderle sul serio. Un caro saluto!

  5. Ciao Claudia, come va? 😀 A dire il vero questo è un romanzo totalmente nuovo. Vediamo, la preparazione è durata 3 giorni e la stesura 28. In tutto 31 giorni 😉 Ho stupito me stesso, soprattutto vedendo il genere…
    Grazie per la stima e l’appoggio, sempre necessari.
    Inizi a comprendere anche tu? Ma dài, mi verrebbe da dire!
    Vuoi raccontarmi? Conosci la mia mail…
    Ciao. Fabrizio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...