Sperimentando – secondo dubbio

Parliamo ancora dell’esperimento Amazon – L’alieno nella mente.

Dicevamo, 2 download paganti. Grande numero, ed è ancora in classifica a distanza di una settimana. Mi stupivo del numero esiguo, però è necessario fare un’altra considerazione. Eccola: se guardo all’altro esperimento ebook, Storia di Geshwa Olers, la percentuale media di scarichi in formato Kindle si aggira attorno al 5,8%, cioè 73 copie su 1252 totali.

Di qui la conclusione che se già il mercato degli ebook rappresenta in Italia lo 0,1 per cento del totale (dati AIE sul 2011), quello del Kindle è allo 0,006 del totale. Stiamo davvero parlando di un mercato quasi inesistente, al momento, se confrontato con il formato ePub che si attesta a livello nazionale attorno al 45%, confermato anche nel caso di Storia di Geshwa Olers. Inoltre, Amazon vuole l’esclusiva. Se lo metti come Kindle e lo vendi sul suo mercato, non puoi venderlo in altri formati. Ecco il dubbio: che senso ha in questo momento vendere in formato Kindle? Si fa solo un atto di fiducia nel futuro o c’è anche una componente élitaria?

Il dato sconfortante è quello: 0,006 del totale. Ma ce n’è uno anche confortante: la quota di formati per ebook reader (che dunque non sia il pdf, che non è altro che un surrogato diretto del cartaceo) è aumentata, fino a diventare il 50% del totale ebook.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...