“Mondo svelato”, nuovi particolari

OLYMPUS DIGITAL CAMERACome promesso, eccomi con novità riguardanti quello che si va definendo sempre più come l’ampio fondale di un’ampia saga fantasy. Il progetto che ho chiamato Mondo svelato (senza che questo debba essere per forza il suo nome definitivo) si sta arricchendo giorno dopo giorno di scenari e (da parte del sottoscritto) scoperte che lo rendono sempre più affascinante.

Uno degli elementi qualificanti dell’intera serie sarà senz’ombra di dubbio l’Istituto. Ora, non so se continuerà ad avere questo nome quando il primo romanzo sarà completato, ma al momento è il termine che trovo più adatto per descrivere questa realtà che ricorda in tutto e per tutto un’accademia di vita, oppure un istituto ministeriale di tipo particolare. O, ancora, qualcosa di simile a una delle antiche accademie filosofiche. Qual è il particolare che contraddistingue questo Istituto da tutti quelli apparsi in altri romanzi? La sua lunga vita e le sue guide.

La vita dell’Istituto è iniziata parecchio tempo fa, forse ben prima che nascesse il Cristianesimo, il che ha determinato un cambio di sede nei secoli, per stabilizzarsi nell’ultimo millennio a Venezia. Pagina dopo pagina, si sta delineando la sua storia, in modo particolare quella degli ultimi 700 anni.

Le guide a capo di quest’Istituto sono (o sarebbe meglio dire: erano fino a qualche secolo fa) un Triumvirato e un Direttore eletto dal Triumvirato. Triumvirato e Direttori possono “regnare” per molto tempo. La vera sorpresa sta nello scoprire chi sono i Direttori dell’Istituto, cosa che ovviamente non posso riferirvi.

Ma dove sta il fantasy, mi chiederete voi? Il fantasy sta in quanto vi dicevo già nell’articolo delle prime info sull’idea, cioè nell’unire i vari piani di realtà. Scienza e tecnologia, magia, religione, superstizione… abbiamo sempre avuto nei loro confronti atteggiamenti diversi a seconda della differenza di approccio che siamo soliti mettere in campo, ma in questo romanzo… beh, ogni barriera verrà abbattuta e, anzi, si scoprirà che proprio ciò che diamo per più scontato sarà invece il vero scandalo al centro della storia.

Per oggi mi fermo qui. Alla prossima. Ora il mare mi aspetta!

La sorpresa che si concretizza

Nella vita di uno scrittore c’è un momento che ricorre spesso, anche se ogni volta in modo diverso, ed è quello della nascita di un nuovo romanzo. Il mistero di una storia che si forma e giunge alla sua concretezza è insondabile perfino per il più attento dei narratori, perché il materiale si sviluppa e lavora per lui nel buio. Fino a quando giunge a concretezza.

Ieri sera si è sviluppato finalmente il nucleo centrale di quella che sarà la mia nuova saga fantasy. Ovviamente non ne conosco ancora il titolo e nemmeno la lunghezza. Di certo si tratterà di più volumi, forse non 7 come per Storia di Geshwa Olers, ma certamente almeno 4. Alcuni indizi sulle caratteristiche principali? Eccoli.

– Non sarà una saga per bambini o ragazzi troppo giovani, ma avrà come protagonista uno o più adulti e vi saranno molte incursioni horror.

– L’assunto principale sarà attinente ma contrario a quello da cui partiva Storia di Geshwa Olers, nel cui mondo la magia era vista come una sorta di tecnologia pre-scientifica. Qui… tutto è l’inverso. A tal riguardo, però, di più non posso dire.

– Sarà una saga che si confronterà con tutti i livelli della realtà.

– Sarà ambientata nel nostro mondo e il protagonista non sarà un predestinato.

– Le sue caratteristiche generali saranno assolutamente italiane.

Svelare altri particolari sarebbe compromettente per la sorpresa della storia, perciò mi fermo qui. Quale titolo provvisorio potrei utilizzare per riferirmi a questa nuova lunga storia? Credo che Mondo svelato possa andare.

E allora, Mondo svelato avrà lo stesso successo di Storia di Geshwa Olers? Sarà una saga gratuita o verrà diffusa solo a pagamento? Chi lo sa, sono particolari che ancora devo stabilire, ma solo particolari. Nel frattempo, mentre la trama si sviluppa, completo il settimo e definitivo volume di Storia di Geshwa Olers.

Due ebook in promozione

Tornano le promozioni su Amazon, e questa volta tocca a una silloge poetica e a un racconto. Si tratta di Amore, poi risorto e di Il cantastorie orbo. Le potrete scaricare gratuitamente nei giorni venerdì 4 e sabato 5 luglio. Ecco una breve descrizione con link per il download.

Amore, poi risorto. Perché l’amore? Da dove nasce e dove ci porta? Quali sono le sorgenti segrete di questa forza inarrestabile? L’uomo è fatto per trasformarsi, inesorabilmente, nel fuoco dell’amore.

“Amore, poi risorto” contiene tre raccolte poetiche. La prima, che dà il titolo all’opera, è la storia di un amore difficile, adolescenziale, che non trova altra strada che quella di spiritualizzarsi. La seconda, “Le ultime”, raccoglie poesie tra di loro slegate, mentre l’ultima, “D’amore”, canta con versi di un erotismo sospeso tra sogno e realtà il perdersi gratuito nella febbre d’amore.

Queste poesie sono state scritte dall’autore tra il 1991 e il 2004.

Per la versione cartacea della raccolta, chiedere direttamente all’autore tramite la mail indicata nel suo sito.

 

 

Il cantastorie orbo. Esistono le cattive ragazze? E cosa sono disposte a fare? Forse aspettano solo l’occasione giusta per mettere in pratica i loro propositi. Può darsi che quello strano cantastorie siciliano faccia al caso loro.

Un racconto dal sentore sulfureo.

Da “Una prosa efficace”

covermanuale1In qualunque tipo di scritto, la prosa è la parte più importante, quella che colpisce immediatamente il lettore, agendo sia a livello conscio che inconscio. Molti sono i contenuti che cogliamo alla prima lettura di un romanzo o di un racconto, ma sono ancor più quelli che entrano in noi senza che ce ne rendiamo conto: essi contribuiscono a crearci quella storia davvero unica che ci colpisce, con quell’atmosfera particolare e quell’incedere degli eventi che impedisce ai nostri occhi di lasciare la pagina. Certo, ci sono anche la trama, i personaggi, la struttura e tanti altri elementi che possono ammaliare chi si immerge nella lettura, ma tutto dev’essere veicolato da una prosa efficace, precisa e dettagliata.

La prosa è come la qualità di un motore per un’auto o dei pigmenti utilizzati in un dipinto.

Provo a condividere con voi alcuni consigli, concentrandomi soprattutto su alcuni aspetti relativi allo snellimento e alla velocità dello stile, senza tralasciare alcune questioni legate alla descrizione e al paragrafo, unità basilare di qualunque narrazione. Supporterò il tutto con alcuni esempi tratti da due o tre dei miei romanzi e avvalendomi soprattutto dell’aiuto dei miei due fidi personaggi più conosciuti, Geshwa Olers e Nargolìan Asergnac.

Buona lettura e, soprattutto, buon lavoro!

(Una prosa efficace. Pochi consigli ma buoni)