L’alieno nella mente gratuito per 24h

copertinaalienoDomani toccherà alla raccolta di racconti di genere fantastico L’alieno nella mente. Per 24 ore, all’incirca da mezzanotte a mezzanotte, il libro sarà scaricabile gratuitamente da Amazon, com’è stato nei giorni passati per altri volumi da me autopubblicati, cliccando su questa pagina. Alcuni sono racconti fantasy, altri horror e altri ancora di fantascienza.

Ecco il contenuto della raccolta: L’alieno nella mente è una raccolta di racconti editi e inediti, pubblicati in precedenza presso altri editori.

I titoli:
– Fondamenta d’incubo (solo tight!)
– La bestia in cantina – inedito (che esiste anche in vers. inglese)
– La tana del Nero – inedito
– Il laboratorio dei fantasmi – inedito
– Chiamati a raccolta
– Il venditore porta a porta – inedito
– Il Visitatore
– Incidente
– Lassù è meglio
– La macchia sul muro
– Malleus maleficarum
– Ossessione
– Lo storico.

Allora, pronti con il mouse?

Canta, che ti passa – ultima casa

canta-che-ti-passaInfine ci siamo arrivati. È uscita in questi giorni la settima casa di Verulengo, pubblicata da Editrice GDS. Si intitola Canta, che ti passa. Potete acquistare il libro in formato .mobi e in formato ePub.

Ecco in breve la trama: Giovanna vibra per la rabbia che fluisce in lei. Lo giura a se stessa, non lascerà più spazio a uomini come Francesco, incapaci di mantenersi fedeli, di essere davvero ‘uomini’ rispettando una donna. La sera di quel giorno in cui lo lascia, invoca la Luna, e nella sconfinata malinconica bellezza dell’astro serale esprime il suo desiderio fatale.
Attenzione, mai lasciarsi andare senza pensare alle conseguenze, soprattutto per una donna come lei, che al bon ton ci ha sempre tenuto. Potrebbero sorgere voci dal nulla, potrebbero nascere incubi dal sole, potrebbero risvegliarsi doti nascoste della mente e dell’anima. Ma qualcosa di molto peggio potrebbe essere in agguato.
La settima e ultima casa del ciclo horror di Fabrizio Valenza giunge a chiudere il cerchio iniziato con La porta sbagliata, in questo breve e appassionante canto notturno.

Con questo volume si conclude un ciclo che mi ha dato molte soddisfazioni ma che, credo, altrettante potrebbe darmene in futuro. Pubblicato in formato ebook a partire da gennaio 2012, conclude la sua pubblicazione esattamente due anni dopo, con la possibilità che nell’arco di quest’anno venga pubblicata l’intera raccolta in formato cartaceo. Innanzitutto è importante che chi lo ha letto e l’ha apprezzato lo segnali, fatto che deve accadere per tutti quei romanzi ritenuti buoni e che sono pubblicati da piccoli editori, spesso non in grado di fare un battage pubblicitario nemmeno minimo. Il passaparola è sempre l’arma più efficace, soprattutto in questi casi.

Cosa più importante, però, è che i siti e i blog che si occupano di horror ne facciano recensioni. Ora, la questione può essere controversa, perché molti siti o blog fanno recensioni solo se ricevono la copia gratuita. Ormai ci sono pochi che si spendono per fare un lavoro di critica mettendoci di tasca propria il prezzo del libro. Nel caso dell’ebook la cosa appare piuttosto risibile, visti i costi medi dell’operazione: un’ebook costa quasi sempre tra gli 80 centesimi e l’euro e mezzo. Se un ebook non viene recensito, spesso non ha nemmeno la possibilità di farsi conoscere oltre una ristretta cerchia di lettori, il che impedisce una serie di “corollari” più o meno utili.

Per esempio, il secondo concorso del Premio Polidori per la letteratura horror. Purtroppo sono state cambiate le regole del concorso, e se l’anno scorso – quando Commento d’autore si è segnalato tra gli altri – bastava che anche solo l’autore mandasse le copie del romanzo da far partecipare, quest’anno il meccanismo diviene più complesso: saranno i siti e i blogger a segnalare il romanzo che ritengono debba partecipare. Ovviamente in questo modo si innescherà un meccanismo sfavorevole a chi ha scarsa capacità di segnalarsi perché sostenuto da piccolo editore privo di capacità di marketing. Quindi, i meritevoli ma pubblicati da detti piccoli saranno svantaggiati, mentre verranno favoriti ovviamente i medio-grandi editori, con maggior capacità di farsi notare. Una storia vecchia come Adamo ed Eva.

Comunque, al di là di questo, ci tengo a segnalarvi tutti i volumi che compongono questo dipinto del paese di Verulengo, pubblicati dalla coraggiosa Editrice GDS, le cui trame potete leggere nella pagina dedicata a Verulengo del mio sito:

– La porta sbagliata

– PS I love you

– Verso la soglia

– Il lupo nel cielo

– Il diavolo di Tourette

– Intervista

– Canta, che ti passa.

E se lo volessi ePub?

copertina2Alcuni mi dicono che vorrebbero acquistare l’ebook di La filosofia del baule, ma che non lo fanno perché Amazon lo vende solo in formato .mobi.

Ragazzi, esiste anche in formato ePub… su tutti gli altri siti che vendono ebook. Per esempio, Ultimabooks o Bookrepublic. In ogni caso, alla pagina ufficiale del romanzo trovate tutti i rivenditori online con relativi formati.

Mi piacerebbe fare promozione anche per questi formati, ma al momento non conosco un metodo per renderli gratuitamente scaricabili, anche se solo per un periodo di tempo limitato.

Nasce il gruppo SPECTRE

readersA gennaio inoltrato, eccomi alla terza novità di quest’anno.

È nata la SPECTRE. Non sono agenti segreti, non sono artisti del crimine. Solo lettori e scrittori, votati a raggiungere un obiettivo: individuare eventuali manoscritti di buona qualità che, nella congerie di tutti quelli che circolano per internet, corrono il rischio di perdersi e di non avere una chance.

Per questo motivo Loredana Lipperini ha dato l’avvio, assieme a Isabella Moroni e a un nutrito gruppi di autori/lettori, alla S.P.E.C.T.R.E., Società Per Editare e Correggere Testi Ritenuti Eccellenti. Siamo pronti a dare un parere sul vostro manoscritto nel cassetto, perché prima di giungere a una casa editrice è spesso necessario l’occhio di un esterno.

Come fare per usufruire del servizio? Semplicissimo, basta mandare il manoscritto (o anche una semplice richiesta di informazioni) in formato .pdf o .doc all’indirizzo gruppospectre@gmail.com con una piccola mail di presentazione.

Il testo – gestito nel totale rispetto della privacy e del copyright – verrà sottoposto a due letture da parte di due lettori diversi e in tempi relativamente brevi potrete avere un parere, motivato e approfondito, sulla vostra opera. A breve anche un sito con aree riservate.

C’è ancora del buono in questo mondo. Dopo non dite che non ve l’avevo detto. 😉

Il vantaggio delle promozioni su Amazon

la-ragazza-della-tempestaSpesso sono molto critico nei confronti di Amazon, per svariati motivi che non sto qui a ripetere, ma devo segnalare l’aspetto positivo delle promozioni effettuate in questi giorni.

Si è trattato prima dei due volumi iniziali di Storia di Geshwa Olers (Il viaggio nel Masso Verde e La faida dei Logontras) e del poliziesco La filosofia del baule, poi – ieri – del romance La ragazza della tempesta. Ecco i risultati:
Il viaggio nel Masso Verde, 45 download (miglior posizionamento: 64° Kindle ebooks)
La faida dei Logontras, 47 download (miglior posizionamento: 56° Kindle ebooks)
La filosofia del baule, 82 download (miglior posizionamento: 29° Kindle ebooks)
La ragazza della tempesta, 77 download (miglior posizionamento: 28° Kindle ebooks).
Quali considerazioni fare? Innanzitutto, che questi download seppur gratuiti danno la possibilità di farsi conoscere ancora di più. Dal momento che sono conosciuto soprattutto per il fantasy, mi pare giusto che i più scaricati siano un poliziesco e un romance.
In secondo luogo, però, queste promozioni gratuite hanno dato luogo a un seguito di acquisti su molti volumi, che stanno facendo salire il contatore come mai accaduto fino a oggi. D’accordo, i guadagni non saranno molti, ma sapete, a chi guadagna 1000€ al mese, anche un arrotondamento tra i 30 e i 50€ al mese – utilizzando libri già scritti e altri di prossima pubblicazione – non è male. All’anno sono quei 300/400€ che vanno a recuperare sui tagli agli stipendi fatti dal nemico della Patria n. 1, ovvero Monti.
In ogni caso, trovo giusto che questo filone di “autopubblicazioni” sia una tipologia editoriale eventualmente da affiancare all’altra, quella più ufficiale, che passa attraverso editori ufficiali, con i quali continuo a pubblicare.
Anzi, prossimamente vi darò finalmente notizie riguardanti il nuovo romanzo in uscita con la nuova casa editrice di cui finora non vi ho detto nulla. Al momento posso solo anticipare che si tratta di grandi professionisti e che lavorare in questo modo è un vero piacere!

La ragazza della tempesta in promozione

la-ragazza-della-tempestaVisto il successo della giornata di promozione dei primi due volumi fantasy di Storia di Geshwa Olers e del poliziesco, che anche a distanza di giorni continuano a essere scaricati, questa volta a pagamento, è il momento di passare al lato romance della vita.

Siete pronti per scaricare gratuitamente La ragazza della tempesta? Questa la trama:

“…Come poter stare ancora lontana da qui? Come pensare di poter passare un solo giorno senza di te? Ora che ti ho ritrovato il mio cuore sviene. È come se ti conoscessi da sempre, come se ti avessi ripescato da un’infanzia nella quale giocavamo assieme, senza mai stancarci delle nostre fantasie di bambini.”

Lidia è una giornalista di Milano in vacanza in Liguria. Durante una torrida mattinata, bussa quasi per caso alla porta di Riccardo, un pescatore di Zoagli. È un uomo affascinante, gentile anche se dai modi a volte incomprensibili. Pranzano assieme e scatta un feeling immediato. È subito breccia nei cuori di entrambi. Ma qualcosa si muove e risale dal passato, e Riccardo sembra nascondere ben più di un mistero. Con la determinazione l’imbranataggine che le sono tipiche, Lidia è decisa a svelarlo.
Cos’è realmente la cosiddetta “isola dei morti” di fronte alla costa? Ed è vero che ha dei legami con il tenebroso uomo che Lidia ha conosciuto nell’afosa estate ligure?
Amore e thriller si intrecciano in una storia che sa di redenzione dalle colpe del passato.

Se la trama vi ha incuriosito almeno un po’, sappiate che mercoledì 22 gennaio 2014 potrete scaricarlo gratuitamente per tutta la giornata, dalla mezzanotte alla mezzanotte successiva (ora più ora meno, con gli accomodamenti di Amazon…), da questa pagina di download. E, mi raccomando: passate parola!

Classifica per i tre libri gratuiti

copertina2Una giornata speciale, quella di ieri. Perché nonostante i tre romanzi fossero gratuiti, mi hanno comunque donato ore di letizia per il loro posizionamento nella classifica dei libri più scaricati di Amazon.

La filosofia del baule ha raggiunto la 29a posizione, con 80 download in Italia (e altri negli USA, in Inghilterra e in Giappone).

La faida dei Logontras si è attestato al 53° posto, con 44 download.

Il viaggio nel Masso Verde al 58°, con 42 download.

Stiamo parlando di download gratuiti, ovviamente, ma mi sorprende che ci fossero così tante persone disposte a leggermi nelle vesti di giallista (La filosofia del baule, infatti, è un poliziesco). Perciò grazie a tutti, e ovviamente parlate di ciò che avete letto, lasciate commenti e votate.

Ovviamente ci saranno altre promozioni in futuro, ma per il momento i tre libri tornano acquistabili a pagamento, La filosofia del baule con uno sconto del 34%.

A questo punto, una piccola anticipazione. Ho iniziato la lavorazione del secondo volume dedicato al Commissario Girgenti. Il titolo provvisorio (ma forse no) è Lo scandinavo. Stay tuned!

Due fantasy e un poliziesco gratuiti su Amazon, solo per oggi

copertina2Per 24 ore (ovvero per tutto il 17 gennaio) i primi due volumi di Storia di Geshwa Olers saranno scaricabili gratuitamente da Amazon, a questi indirizzi:

Il viaggio nel Masso Verde, vol. 1

La faida dei Logontras, vol. 2.

Inoltre, potete scaricare gratuitamente anche il romanzo poliziesco La filosofia del baule.

È solo per oggi. Perché non approfittarne?

La trama di La filosofia del baule:

Il 2 aprile 2012 Samuele Bertacchiani, braccio destro del sindaco di Mura, Giosuè Bonetti, viene trovato morto dentro un baule, ai piedi della Scala della Ragione, nella piazza centrale del paese. Bertacchiani, però, non è stato ucciso, ma è deceduto per quella che sembra morte naturale.
A indagare sul fatto è chiamato il commissario Pietro Girgenti, dai suoi soprannominato Commissario Filosofo.
Le elezioni amministrative incombono, il sindaco si trova immerso in una poco chiara vicenda di stampo mafioso e i suoi principali antagonisti approfittano della sinistra atmosfera che sta avvolgendo la classe politica della tranquilla cittadina settentrionale.
E’ chiaro, infatti, che quel baule e quel cadavere costituiscono un messaggio.
Ma chi ne è il vero destinatario? Che cosa nasconde la politica di Mura?

Wired, autopubblicazione e scrittura

macchinascrivereLa questione è semplice, ma la soluzione difficile. Partiamo dall’inizio.

Premessa 1 – Wired.it lancia una campagna per capire (sempre che sia possibile) quale sia l’autopubblicato o i primi 10 autopubblicati italiani che meriterebbero di giungere in libreria per i tipi di un grande editore. Lo fa prima su Facebook e poi rilancia con questo articolo su Wired Italia.

Ovviamente, partono le segnalazioni. Una (da parte di Dario Tonani, il miglior scrittore di fantascienza italiano del momento) riguarda anche me, e per questo ringrazio. Dopodiché, il silenzio. Nessun altro.

Premessa 2 – Storia di Geshwa Olers è stata scaricata in vari anni oltre 30.000 volte e di certo letta da moltissime persone, svariate migliaia. Gratuitamente. So bene come i lettori che scaricano da Feedbooks e da altri forum che li hanno resi disponibili gratuitamente (in maniera più o meno abusiva) siano molto gelosi del loro anonimato, ma ogni tanto qualcuno si è fatto sentire, cosa che ho apprezzato davvero molto.

Considerazioni sparse. Che senso ha avuto la fatica di rendere leggibile la saga gratuitamente, se chi l’ha letta non se la sente nemmeno di fare una segnalazione? Le possibilità sono molte, per tentare di dare una spiegazione a questo fenomeno: la saga non è piaciuta, per esempio, ma ho l’impressione che non sia così, dal momento che i download aumentavano in maniera sensata, dal primo al sesto volume, con l’unica eccezione del secondo volume, La faida dei Logontras, che non ho mai capito per quale motivo abbia sempre tirato poco. Oppure, chi l’ha scaricata da internet in realtà non bazzica sui forum o nei social networks in cui Wired ha segnalato l’articolo, il che può starci benissimo, dal momento che si tratta di gruppi specifici dedicati alla narrativa fantastica. Oppure, quelli che potrebbero segnalarti (e che magari sono scrittori essi stessi) sono troppo impegnati nel fare altro.

Insomma, diciamolo chiaramente, a distanza di sette anni da quando ho pubblicato per la prima volta come autonomo, e anche dopo aver pubblicato con svariati editori e aver ottenuto pochi ma positivi riscontri, mi sta tutto sommato passando la voglia di continuare a pubblicare.

Perché chi scrive, lo fa comunque, questo è ovvio. Ma un conto è scrivere in vista della pubblicazione, perché hai delle scadenze alle quali vuoi mantenere fede, da cui ne consegue che devi metterti a scrivere come se fosse un lavoro. Un altro conto, invece, è scrivere senza avere quella prospettiva. Dal momento che i riscontri sono così pochi, mi chiedo sempre di più se valga davvero la pena di farlo.